Acconsento all'utilizzo dei cookie
Ok Accetto Info Informazioni
67

Cosa mangiare a Praga: tra birra, gulasch e “prazska sunka”

Entra gratis in oltre 50 attrazioni e musei di Praga pragacard Entra gratis in oltre 50 attrazioni e musei di Praga scopri tutti i vantaggi della Praga Card

Praga non è di certo tra le mete culinarie più famose al mondo. Eppure anche la splendida capitale ceca, oltre a tesori architettonici e paesaggistici, è in grado di regalare esperienze gastronomiche interessanti. Cosa mangiare a Praga? Padrone incontrastata delle tavole praghesi, neanche a dirlo, è la carne. A farle compagnia, bionda e briosa, è invece la birra, bevutissima oltre che squisita. Preparatevi perciò a sacrificare le vostre velleità di dieta e fare il pieno di grassi e calorie. Il palato, almeno, ringrazierà!

Cosa mangiare a Praga? I piatti tipici!

Mangiare a Praga è un’esperienza in grado di sorprendere anche i palati più raffinati di noi italiani. La cucina ceca è ovviamente molto differente da quella mediterranea, forse meno variegata, ma di certo molto ma molto più sostanziosa.

Taste of Prague Instagramfoto via instagram.com/tasteofpragueUna portata principale (hlavnì chod in lingua ceca) comprende carne e ricco contorno. Non mancano succulenti zuppe, salse, contorni a base di crauti, patatine o formaggi e dolci ad arricchire e completare il tutto. Apprezzare la tradizionale cucina ceca a Praga è possibile praticamente in ogni angolo della città.

Ristoranti, taverne e soprattutto birrerie popolano i quartieri più turistici, tra Stare Mesto, Malà Strana e Piazza San Vinceslao. Per locali trendy e meno tradizionali, invece, segnaliamo i più decentrati quartieri di Zizkov e Vinohrady.

La cucina tipica praghese trova il suo spazio anche nei tanti chioschetti che affollano la città: salsicce, prosciutto di Praga e i classici dolci a spirale (i trdlo), street food più gettonati.

Ecco allora una rassegna di alcuni tra i piatti da tenere a mente durante la propria permanenza a Praga.

Due cult della cucina ceca

Dici Praga aggiungi cibo e pensi subito al gulasch, un’eccellenza della cucina mittel-europea. Ogni Paese dell’Europa Orientale ha infatti una sua variante ben specifica di gulasch e quella praghese si distingue per la grande abbondanza di manzo e verdure. Il gulasch è una sorta di spezzatino, tipicamente a base di carne di manzo, anche se non mancano le varietà di pollo e cervo.

Generalmente è accompagnato da una porzione di canederli (knedikly), grossi gnocchi ripieni a base di pane raffermo, uova e latte, e può essere assaporato in ogni angolo di Praga, ancor meglio se in un localino tradizionale del centro città.

Prosciutto di Praga cafuego flickrfoto di cafuego via flickrUn’altra icona della cucina boema nel mondo è senza dubbio il prosciutto di Praga (all’anagrafe prazska sunka). Questa saporita pietanza viene ricavata dal maiale, per poi essere aromatizzata, affumicata e quindi servita con riso e patate, o in mezzo a due fette di pane tostato.

L’opzione panino è la più semplice ma anche la più sfiziosa: ideale come street food, in compagnia dell’immancabile birretta.

I piatti a base di carne

La carne, nelle varie forme e varietà, è la regina della cucina locale boema. Tra le tipicità a base di carne meritano menzione lo svíčková na smetaně (filetto di manzo arrostito, servito con salsa agrodolce alla panna e ricoperto di mirtilli) e il vepřoknedlozelo (maiale arrosto molto grasso accompagnato da crauti stufati), sicuramente più facili da mangiare che da pronunciare!

Non mancano poi le zuppe, sempre a base di carne, come la zelnacka (carne affumicata, patate e crauti) e la dristkova (brodo di carne, mix di verdure, trippa, paprika e aglio). Per una alternativa più “leggera”, si può invece puntare su una kulajada, con funghi, aceto e latte acido o una più semplice zuppa di patate (bramboracka).

Non meno appetitosa la salsiccia, da mangiare a Praga in qualsiasi momento della giornata, di maiale o di manzo, aromatizzate o piccanti. Così come per il prosciutto di Praga, la soluzione street food è quella vincente. Per un pasto più “raffinato”, si può invece provare la utopence, tipici salsicciotti serviti sott’aceto assieme a cipolle, sempre sott’aceto.

Trdelnik Wikimedia Commonsfoto via Wikimedia CommonsDolci e dintorni

Dopo aver fatto il pieno di carne e calorie, è il momento del dessert.

Famoso tra i chioschetti di Praga è il trdlo, tipica spirale di pasta dolce, croccante all’esterno e soffice all’interno, insaporita con zucchero, cannelle e altre spezie.

Se siamo invece in un ristorante, consigliamo di chiudere il pasto con i tipici dolcetti fritti a base di mirtilli, prugne o albicocche (il loro ripieno vi sorprenderà!) o un più classico strudel di mele (meglio noto a Praga col nome jablecný závin).

Cosa bere a Praga? Birre e non solo

Non c’è pasto in quel di Praga che non sia accompagnato da una buona birra locale (pivo in lingua ceca), economica oltre che squisita. Tra le più rinomate c’è senza dubbio la Pilsner (segnaliamo a proposito il museo sito nel quartiere ebraico della città), dall’inconfondibile colorito dorato e il forte aroma di luppolo.

Birreria Praga Shawn Harquail flickrfoto di Shawn Harquail via flickrLa Repubblica Ceca è d’altronde la patria delle bionde a bassa fermentazione (lager).

Oltre alla già citata Pilsner , si distinguono la Budejovický Budvar, la Gambrinus e la Staropramen, prodotta proprio a Praga (nel quartiere di Smichov, zona Sud-Ovest della capitale).

Per chi fosse alla ricerca di qualcosa di più raro e sofisticato, ecco un trio di birre da provare in una delle tante birrerie della città:

  • La Velkopopovický Kozel, dolce, forte e inimitabile;
  • La Branik ricavata dall’acqua del fiume Moldava;
  • La Bernard, non pastorizzata e “squisitamente” amarognola.

Come smaltire tutte le sostanziose pietanze fin’ora trangugiate? Difficile dirlo, ma un goccio di Becherovka può darci una grossa mano. Il Becherovka è un distillato alle erbe molto apprezzato in Repubblica Ceca e non solo.

Un ottimo digestivo, 38 gradi, da assaggiare almeno una volta nei propri giorni di permanenza praghese, dopo i pasti o in qualsiasi altro occasione.


È proprio ora di pagare lo zaplatim (proprio lui, il conto)... Qualcos’altro da aggiungere? Segnalatecelo nei commenti!

67
Quanto ti è stato utile questo articolo?
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI Praga è parte del network VIVI CITY - Marisdea s.r.l.s. P. IVA 05305350653 Joomla!™ è un Software Libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL Creative Commons - Attribution, Non Commercial, No Derivatives 3.0